Dopo le agevolazioni per i residenti nei contenitori di Saba Italia, l’Amministrazione comunale continua ad occuparsi del tema della sosta e più in particolare della sosta relativa ai mezzi a due ruote molto numerosi in città, ossia i motocicli e ciclomotori.
Il “Piano” che è stato predisposto dagli uffici sotto la guida dell’assessore Marchigiani, si propone di implementare di circa 330 posti la dotazione esistente, tenendo conto dei principali bacini di afflusso connessi agli ambiti del centro storico in cui si addensano le sedi di grandi società e uffici pubblici (vedi ambiti prossimi a via Trento e a piazza Oberdan).

L’implementazione della sosta per i motocicli nell’area centrale della città ha richiesto un approfondito lavoro di analisi degli spazi stradali, tenuto conto delle recenti pedonalizzazioni effettuate in attuazione del Piano Generale del Traffico Urbano, della riorganizzazione degli spazi riservati alle isole ecologiche ed alle esigenze connesse ai nuovi insediamenti di uffici nel centro cittadino.
L’ampliamento dell’offerta della sosta per motocicli è stato elaborato, ove le caratteristiche geometriche delle strade lo hanno consentito, anche attraverso l’eliminazione di divieti di sosta in favore di una sosta in linea per motocicli che, oltre ad aumentarne l’offerta, consente di eliminare la sosta veicolare abusiva con effetti positivi sulla fluidificazione del traffico lungo assi viari particolarmente sensibili (provvedimenti di questo tipo già sperimentati in città hanno dato ottimi risultati).
A livello di bilancio di numero di stalli destinati ai motocicli e ciclomotori, sono stati ricavati globalmente circa 330 parcheggi aggiuntivi rispetto a quelli esistenti, dislocati rispettivamente nelle seguenti vie e piazze:

  • via San Spiridione: 32 stalli;
  • via Filzi: 43 stalli;
  • via Roma: 16 stalli;
  • via Milano: 45 stalli;
  • via Valdirivo: 33 stalli;
  • Largo Riborgo: 7 stalli;
  • via Carducci: 73 stalli;
  • piazza Goldoni: 19 stalli;
  • via XXIV Maggio: 29 stalli;
  • piazza Dalmazia: 33 stalli.

Va precisato che il numero complessivo di nuovi stalli potrebbe subire lievi variazioni in fase attuativa, tenuto conto della presenza di passi carrabili, attraversamenti pedonali, fasce d’arresto ecc. che rendessero necessaria una ridistribuzione delle aree di sosta da istituire.
I lavori di segnaletica previsti inizieranno indicativamente a partire, gradualmente, dall’inizio della prossima settimana e salvo condizioni meteorologiche avverse, dovrebbero concludersi entro Natale. Si inizierà con la via San Spiridione, per proseguire lungo la via Filzi, al fine di un completamento dei lavori sull’intero asse viario. E’ prevista l’esecuzione di lavori di tracciatura dei nuovi stalli per motocicli con contestuale modifica, ove necessario, della segnaletica orizzontale longitudinale ed apposizione della relativa segnaletica verticale. Successivamente si procederà con gli interventi previsti sugli altri assi viari secondo il seguente programma indicativo: via Milano, Via Valdirivo, via Roma, largo Riborgo, piazza Goldoni, via XXIV Maggio, piazza Dalmazia e via Carducci.

PLANIMENTRIA [pdf]