Firmato in Municipio un protocollo d’intesa fra Comune di Trieste e gestori dei parcheggi cittadini di superficie per uniformare in tutte le aree le modalità di pagamento, tramite i sistemi Easypark e Neospark. Un’importante iniziativa nel segno della semplificazione, a beneficio dei cittadini e dei turisti.
un’importante iniziativa nel segno della semplificazione, a beneficio dei cittadini e dei turisti
Un protocollo d’intesa per uniformare le modalità di pagamento in tutti i parcheggi cittadini di superficie è stato siglato stamane in Municipio fra il Comune di Trieste e i gestori delle diverse aree, firmatari il Sindaco, il direttore di Esatto Davide Fermo, il neo-direttore generale di Saba Italia Carlo Tosti, il presidente della “Park San Giusto” Franco Sergas e l’amministratore delegato di TTP-Trieste Terminal Passeggeri Franco Napp.
L’importante iniziativa, che comporta un rilevante passo in avanti nel settore della sosta in città, nel segno di una sensibile semplificazione a beneficio dei cittadini ma anche dei sempre più numerosi turisti, prevede in sintesi l’adozione uniformemente diffusa del sistema Easypark – fin qui già introdotto solo nei parcheggi di Esatto e di TTP – con pagamento tramite call center o mediante un’apposita “App” per smartphone, nonché del nuovo sistema NeosPark con un dispositivo rinnovato di parchimetro portatile.
E ciò, restando comunque sempre operanti, per gli utenti più “tradizionali” non ancora abituati all’innovazione tecnologica o, in ogni modo, per ogni tipo di clientela occasionale, anche il consueto pagamento della sosta in moneta o con tessere ricaricabili a microchip.
In sostanza, a seguito di tali “novità”, fortemente sostenute e portate avanti dall’Assessore comunale alla Mobilità e Traffico – anch’essa “non casualmente” presente all’odierna firma del Protocollo – le modalità di pagamento saranno entro il prossimo mese uniformate in tutti gli stalli di sosta di superficie del territorio – pur nel rispetto delle diverse tariffe previste per ciascuna zona – laddove fino a oggi le varie società gestivano i diversi parcheggi non solo in forma autonoma e separata ma con modalità di pagamento diversificate a seconda del gestore incaricato.

Più nel dettaglio, la proposta, che fra gli inizi e la fine di giugno troverà progressivamente attuazione su tutti gli stalli pubblici a pagamento della città, consiste nell’utilizzo di due sistemi: “Easypark” – come detto già introdotto da Esatto e TTP da qualche mese e ora anche da Saba Italia e da “Park San Giusto” – è una “App dedicata” già ampiamente diffusa e conosciuta in Europa e a livello nazionale (www.easyparkitalia.it); lo affiancherà un sistema più tradizionale denominato “NeosPark” (www.neos-park.eu) caratterizzato dal parchimetro portatile.
Nell’insieme, gli utenti potranno d’ora in avanti disporre di un sistema unificato e integrato per tutti gli stalli a pagamento sul territorio comunale e, utilizzando Easypark o NeosPark, non si dovranno più preoccupare di individuare il giusto parchimetro e non incorreranno in sanzioni qualora abbiano pagato in quello sbagliato. I due strumenti consentiranno inoltre di pagare il tempo di sosta effettivamente fruito, senza doverne prevedere in anticipo la durata e senza rischiare lo sforamento e le conseguenti sanzioni.
Easypark, infine, essendo diffuso a livello europeo, risulterà più facilmente usufruibile in particolare dai turisti.
L’intero intervento sarà auto-finanziato dalle citate Società e non prevede alcuna spesa diretta per il Comune.
Da rilevare ancora che per gli utenti già abbonati al sistema Telepark (il vecchio sistema monogestore andato ormai in disuso) il Comune ha pattuito alcune condizioni con Esatto per consentire un passaggio “soft” al nuovo sistema: gli ex utenti Telepark che passano a Easypark potranno infatti mantenere le condizioni di abbonamento precedenti (pagamento del servizio pari a 7 Euro all’anno); i nuovi utenti Easypark (o gli ex utenti Telepark che optino per questa condizione) pagheranno 1,99 Euro al mese senza alcun costo percentuale aggiuntivo sulla sosta. Per gli utenti più “tradizionalisti”, legati a sistemi di pagamento tramite parchimetri portatili, per il “passaggio” dal vecchio modello monogestore “Europark” al nuovo NeosPark è previsto il solo costo dell’acquisto del nuovo apparecchio (30 Euro) e poi si pagherà la sosta a tariffa normale.

A proposito dell’intera “operazione” tutti i presenti alla firma hanno rilevato come il Protocollo consenta un ulteriore avanzamento verso una Trieste sempre più “smart”.
Il Sindaco in particolare, ringraziando tutti i partner dell’accordo, ha osservato come con ciò venga posto un nuovo significativo tassello per una Città ancor più “intelligente”, nel senso della sempre maggior integrazione fra sistemi tecnologici innovativi e in grado di apportare concreti benefici a cittadini e turisti in un quadro di mobilità urbana facilitato e auspicabilmente sempre meno congestionato.
L’Assessore comunale alla Mobilità e Traffico, sottolineando la valenza strategica e programmatica dell’accordo per una miglior fruizione complessiva dei parcheggi pubblici a Trieste, ha anch’essa rimarcato gli aspetti innovativi dell’intesa che presenta evidenti vantaggi per gli utenti tecnologicamente più dotati, peraltro mantenendo vivi i sistemi tradizionali “a tutela” di quelli “non ancora smart”.

COMTS – FS