Nel corso della corrente settimana, a pochi giorni dal Giro d’Italia, il Comune di Trieste ha dato avvio ai lavori di installazione della segnaletica stradale di direzione per segnalare l’itinerario ciclabile che si sviluppa dalla stazione ferroviaria di piazza della Libertà fino alla pista ciclo-pedonale G. Cottur in via Orlandini.
Tale itinerario costituisce una diramazione verso il centro di Trieste della ciclovia regionale FVG2-Adriabike, percorso transnazionale che tocca le città di Kranjska Gora-Capodistria-Trieste-Venezia-Ravenna e che allo stato attuale è in fase di pianificazione/realizzazione sia in Slovenia che in Italia.

L’itinerario è stato studiato e condiviso tra il Comune, la Regione e le associazioni ciclistiche Ulisse-Fiab con l’obiettivo di individuare un percorso agevole ma al contempo interessante per i ciclo-turisti, sia dal punto di vista paesaggistico che storico-artistico. Il percorso di andata si sviluppa lungo le rive cittadine e tocca passeggio S. Andrea, viale Campi Elisi, via D’Alviano, via Lorenzetti e via Orlandini. Il percorso di ritorno, per un tratto si discosta da quello di andata sviluppandosi all’interno del centro storico della città e toccando punti di particolare interesse turistico come Piazza Venezia, piazza dell’Unità d’Italia, piazza della Borsa, il canale del Ponte Rosso e piazza della Libertà.
In realtà si tratta del secondo itinerario ciclabile segnalato quest’anno con apposita segnaletica stradale in ambito cittadino. Alcuni mesi fa, infatti, il Comune di Trieste ha provveduto a segnalare un percorso di collegamento tra la pista ciclopedonale G. Cottur e la “Parenzana” della vicina Slovenia, seguendo un itinerario che si sviluppa lungo via Costalunga, via della Pace, via dell’Istria e via Flavia per arrivare nel Comune di Muggia.
Lungo gli itinerari segnalati, oltre a fornire indicazioni sulle direzioni da seguire, è stata apposta della segnaletica stradale con cui viene evidenziata agli automobilisti la possibile presenza di ciclisti in carreggiata; un tanto al fine di sensibilizzare i conducenti dei veicoli per un miglioramento complessivo delle condizioni di sicurezza della circolazione stradale dei vari utenti in transito.
Complessivamente, i due interventi realizzati hanno consentito di dar vista ad un itinerario ciclabile più esteso che, partendo dal centro di Trieste si collega alla pista ciclopedonale Cottur, si sviluppa fino a via Costalunga e da qui si diparte per proseguire lungo l’itinerario diretto alla “Parenzana” fino in Slovenia.
Va evidenziato che tale itinerario è soltanto un primo passo, al quale farà seguito la realizzazione di una pista ciclabile tra Campo Marzio a via Orlandini il cui progetto è in fase di studio da parte degli uffici comunali e sarà condiviso con le associazioni di ciclisti. I lavori, finanziati dalla Regione e dal Comune di Trieste, saranno avviati nel corso del corrente anno e avranno termine nel primo semestre dell’anno prossimo. [COMTS]
PercorsoCiclabileStazioneCottur [.pdf]